Maggioranze condominio delibere , legge 220/2012
201407.02
0

Maggioranze condominio delibere , legge 220/2012

La disposizione  di cui all’art 1136 cc novellato dalla recente riforma del condominio prevede le maggioranze necessarie per approvare le delibere condominiali QUORUM COST L’assemblea è validamente costituita in prima convocazione se intervengono tanti condomini che rappresentano 2/3 del valore del condominio e la maggioranza dei partecipanti . Qualora in prima convocazione non si raggiunga…

Il codice del consumo ,novità a favore dei consumatori. DLGS 21/2014
201407.01
0

Il codice del consumo ,novità a favore dei consumatori. DLGS 21/2014

in Varie

Il Dlgs 21/2014 ha introdotto nel nostro ordinamento importanti novità a vantaggio dei consumatori , in fatto dei cosiddetti contratti a distanza, ovvero quei tipi di contratti conclusi senza la presenza fisica e simultanea delle parti ,esclusivamente mediante i mezzi di comunicazioni e conclusi fuori dai locali commerciali .  Per questi tipo di contratti il…

Il decreto sulla filiazione ,un duro colpo all’affidamento condiviso
201406.30
0

Il decreto sulla filiazione ,un duro colpo all’affidamento condiviso

 La legge  54/2006 sull’affidamento condiviso è stata  una legge  tanto attesa che ha  risposto ad un esigenza sociale a cui  ormai la   vecchia pratica dell’affidamento esclusivo non corrispondeva più , ovvero si è preso atto e forse anche troppo tardi che anche in caso di sparazione personale dei coniugi il minore ha diritto alla…

Affitti in nero . Cosa succede con l’entrata in vigore della legge 80/2014
201406.12
0

Affitti in nero . Cosa succede con l’entrata in vigore della legge 80/2014

La Corte costituzionale con sentenza 50/2014 aveva sancito l’illegittimità costituzionale dell’art 3 comma 8 dlgs  23/2011, l’art prevedeva la possibilità  da parte dell’inquilino di registrare il contratto di locazione in nero non registrato dal proprietario , tale registrazione permetteva così di “creare ” un nuovo  contratto regolare a partire dalla data di registrazione di durata 4+…

201406.05
0

Assegno da rivedere se il coniuge eredita dei beni Corte di cassazione – Sezione VI civile – Sentenza 27 maggio 2014 n. 11797

L’assegno di divorzio può essere ritoccato a seguito dell’acquisizione di un’eredità da parte del coniuge beneficiario. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 11797/2014, accogliendo il ricorso di un marito obbligato a versare 1.100 euro mensili alla ex moglie, oltre a 600 euro per i figli. IL FATTO L’ex marito aveva lamentato…

201406.05
0

La separazione tra coniugi in Italia

1) SEPARAZIONE GIUDIZIALE Cosa fare  per chiedere la separazione’?, se non vi è alcun accordo con il coniuge , si deve ricorrere ad una avvocato, il quale provvederà a redigere la domanda di separazione  : ricorso, il ricorso può essere proposto anche solo da un dei coniugi, perché si possa chiedere la separazione è necessario…

201406.04
0

Condominio, amministratore, nomina impugnata poteri :CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE – SENTENZA 14 maggio 2014, n.10607

L’amministratore del condominio conserva i poteri conferitigli dalla legge, dall’assemblea o dal regolamento di condominio anche se la delibera di nomina (o quella di conferma) sia stata oggetto di impugnativa davanti all’autorità giudiziaria per vizi comportanti la nullità o annullabilità della delibera stessa, ovvero sia decaduto dalla carica per scadenza del mandato, fino a quando…

201405.30
0

Il Divorzio breve arriva in Senato

Ieri è stata approvata alla camera il testo di legge relativo al divorzio breve, con l’approvazione di tutte le forze politiche , il testo prevede : che il divorzio breve intercorre a «dodici mesi dal deposito della domanda di separazione», sei mesi invece il termine per le separazioni consensuali, mentre oggi servono tre anni. Qualora  vi…

201405.27
0

Può configurarsi il reato di sottrazione di minore se il padre trattiene il figlio oltre i termini stabiliti Cassazione – sentenza n° 17799 – 28 aprile 2014

La Corte di Cassazione è intervenuta su una questione relativa all’affidamento condiviso, mediante il quale, in sede di separazione, si stabilisce spesso con chi dei due genitori vivranno i figli in via principale (genitore cosiddetto collocatario) e quali sono i tempi e i modi con cui l’altro genitore potrà vedere e tenere con sé i…

201405.20
0

Diritto collaborativo, un nuovo modo diverso di separarsi .

La  pratica collaborativa è un modo economicamente vantaggioso per risolvere  i problemi derivanti dalla nascita di conflitti familiari che possono riverberarsi in maniera pericolosa sia sui coniugi stessi che sui figli. Le parti durante la procedura saranno assistite  da professionisti che con le competenze giuste guideranno le stesse verso la definizione di accordi legalmente vincolanti…